Come difendersi dagli usurai

by Sferoblasto on June 18, 2012

Il modo migliore di difendersi e non mettersi in mano loro.

Bisogna diffidare dalle finanziarie dubbie che promettono prestiti facili e valutare attentamente anche i tassi di interesse delle banche che, talvolta, possono arrivare a livelli usurari (segnaliamo questo caso presentato come esempio da Federconsumatori Toscana).

Prima di sottoscrivere finanziamenti di qualsiasi tipo (fido bancario, mutuo, prestito personale) è importantissimo pretendere un prospetto chiarissimo che indichi il numero delle rate, il loro importo, il tasso di interesse applicato (anche il TAEG, tasso annuo effettivo globale, quasi sempre superiore al tasso nominale), le spese di istruttoria (cifra per la copertura delle spese relative alla domanda di finanziamento) egli eventuali costi di accesso al credito.

Ricordate che le condizioni del prestito possono essere contrattate e, se pensate che vi sia stato proposto un contratto “in odore di usura”, rivolgetevi allo sportello anti usura della vostra Provincia. Una volta ottenuto il credito stabilite subito un piano di rientro e fate attenzione a non “sconfinare”. Ricordate che, se il prestito che avete ottenuto non vi convince, potete recedere entro 14 giorni dalla conclusione del contratto di finanziamento senza alcuna spesa.

E’ considerato usurario un tasso superiore del 50% al tasso medio applicato nel periodo di riferimento. Per un esauriente approfondimento consigliamo di studiare attentamente questa pagina del Codacons e di leggere i consigli del Sole 24 ore per la scelta del finanziamento.

A questo indirizzo del Dipartimento del Tesoro è possibile monitorare i tassi di usura ed essere sempre informati . Qui invece ci sono le associazioni a cui rivolgersi in caso si fosse finiti in mano ad usurai, singoli o organizzati.

Il sito dell’arma dei carabinieri dedica all’argomento una pagina molto utile a proposito di usura.

Se siete già vittime di usura, cercate di raccogliere più prove che potete e denunciate il vostro strozzino alla Polizia e ad un centro anti-usura. Come consigliato dal sito dei Carabinieri presentate alla Prefettura della Provincia una domanda di accesso al “Fondo di Solidarietà” finalizzata all’ottenimento di un prestito senza interessi. In caso di urgenza documentata, si può avere un anticipo fino al 50% del prestito stesso.

Consigliamo di ascoltare questa interessante trasmissione di Radio tre sull’argomento

Leave a Comment

Previous post:

Next post: