Cosa sono le nuvole?

by Sferoblasto on May 4, 2012

Nuvole in una giornata di sole

Le nuvole rendono, per così dire, espressivo il cielo. Sono la sua faccia, il suo sorriso, le sue sopracciglia!

Nascono dalle variazioni della temperatura, della pressione e dell‘ umidità presenti nell’ atmosfera.
Sono fatte di particelle d’ acqua o di ghiaccio e stanno sospese nel cielo come mongolfiere.

Le nuvole scure sono le più dense, mentre quelle bianchissime sono le più “ariose” e leggere.
L’acqua dei mari, dei laghi e dei fiumi evapora per effetto del calore solare sole e si condensa.
L’ umidità sale in cielo con l’aria calda, più leggera della fredda. La corrente ascensionale dell’aria calda fa da ascensore alle particelle di vapore acqueo che, arrivate in quota, si trasformano in goccioline d’acqua che galleggiano nell’aria e diventano nubi in cui le gocce di formano ed evaporano in continuazione.

Le nuvole si formano anche con l’incontro di masse d’aria al di sotto del punto di saturazione (per un vapore è la temperatura -dipendente dalla pressione- al di sotto della quale il vapore diviene saturo, ossia ha inizio la condensazione: nel caso del vapore acqueo si usa più comunemente la locuz. “punto di rugiada” http://www.treccani.it/vocabolario/saturazione/).

L’aria relativamente calda che tiene su le goccioline è meno densa dell’aria sottostante, per questo le nuvole rimangono sospese. Quando le gocce crescono di diametro diventando pesanti, cadono giù dalla nuvola.

Più le nuvole sono alte più sono “sfilacciate” dal vento. Le nubi più alte (12.000 metri), i cirri, sono riccioli di nuvola.

  • I cirrocumuli sono a forma di pecorella…. Si tratta di piccole formazioni rotondeggianti alternate a piccolissime nuvolette rotonde che stanno tra i 12.000 e i 10.000 metri. L’effetto è quello di un cielo “puntinista”
  • I cirrostrati sono nuvole schiacciate e allungate che galleggiano a 9.000 metri.
  • Gli altocumuli (7.000 metri circa) sono simili ai cirrocumuli ma sono più grandi e non ci sono mininuvolette a far loro compagnia.
  • Gli altostrati sono cirrostrati più cicciottelli e compatti (4.500 metri).
  • Gli stratocumuli sono altocumuli con maggiore densità di particelle d’acqua (più carichi di pioggia)e risultano più ammassati gli uni sugli altri (tra 1.500 e 3.000 metri).
  • Gli strati sono altostrati più bassi (sotto i 1.500 metri).
  • I nembostrati sono strati grigi e “pioggerelloni” (sotto i 1.500 metri).
  • I cumuli sembrano di panna montata e stanno più o meno a 3.000 metri di quota
  • I cumulonembi sono i classici “nuvoloni” e possono trovarsi dai 1.500 ai 9.000 metri

“Cosa sono le nuvole” è anche un episodio del film Capriccio all’italiana, girato nel 1967 da Pier Paolo Pasolini e dell’ omonima canzone scritta per questa pellicola da Domenico Modugno.

 

Leave a Comment

Previous post:

Next post: