Cos’è lo spread?

by Sferoblasto on September 3, 2012

1 euro cent

Spread è una parola inglese usata ormai da mesi per indicare un divario percentuale di rendimenti.

Il dolente spread che ci fa tremare ogni giorno, che sale  e scende (più che scendere, di solito sale) e che indica la scarsa affidabilità della nostra economia agli occhi degli investitori  di tutto il mondo, è quello tra il rendimento dei titoli di stato tedeschi pluriennali e quelli italiani di durata equiparabile.

Chi compra questi titoli, che si tratti di singoli individui, di fondi stranieri o di qualsiasi tipo di investitore, paga una somma che gli deve essere restituita, dopo gli anni pattuiti da contratto, con gli interessi.

Come accade nelle scommesse si “vince” di più quando ad andare bene sono i cavalli più brocchi (andare bene va qui inteso con non fallire come stato ed essere in grado di pagare gli interessi), quelli che quasi nessuno ritiene possano vincere. Allo stesso modo l’Italia, con il suo debito pubblico, la sua economia in crisi, la scarsa credibilità internazionale di cui purtroppo gode, è considerata un brocco. A chi ha il coraggio di puntare su un brocco a rischio caduta, viene riconosciuto un interesse maggiore di chi, invece, punta su un cavallo vincente (come la Germania, ad esempio). Insomma grande rischio, grande guadagno.

Ma chi paga questa specie ricompensa al coraggio? Tutti gli italiani.

Lo spread, in breve, è la cifra del pericolo di insolvenza di uno stato e del rischio che possa andare a ramengo, come è successo all’Argentina solo pochi anni fà.
Ricordate che i consulenti finanziari delle banche consigliavano i bond argentini perchè avevano rendimenti elevati? Ecco, quando vi promettono rendimenti elevati, è il caso che facciate un pensierino sul rischio che correte, di non rivedere più i vostri soldi.

Segnaliamo alcuni articoli che forse possono essere utili a capire meglio


Paolo Margari via Compfight

Leave a Comment

Previous post:

Next post: