Quando vado in pensione?

by Sferoblasto on September 5, 2012

Together 

A partire dal 2012, con la riforma delle pensioni, tutto è nuovamente cambiato.

Il calcolo contributivo prevale nettamente su quello retributivo, l‘età pensionabile aumenta progressivamente e le pensioni di anzianità vengono abolite, tranne casi particolari consultabili sul sito dell’ Inps. Si potrà invece usufruire della pensione anticipata.

Esiste una sola finestra annua per “uscire” dal mercato del lavoro.

A partire dal 2015, i requisiti di pensionamento verranno adeguati alla speranza di vita, definita ogni tre anni in base ai parametri Istat.

Il sito di Repubblica offre un programma che permette di calcolare l’ammontare della pensione, mentre il sito dell’Irpef consente, grazie ad un software, di farsi un’ idea della data di pensionamento.

Cosa sarà dei lavoratori precari? Avranno mai una pensione? La situazione è nebulosa ormai da anni. E’ del 2010 questo articolo del Fatto quotidiano dal titolo “Lavoratori precari, un futuro senza pensione“, che testimonia l’incertezza del futuro per queste persone.

Come si fa a sapere quanti contributi abbiano versato per noi le aziende per cui abbiamo lavorato?

Bisogna chiedere il proprio pin all’Inps a questo indirizzo o al numero verde numero verde 803.164.

Grazie al pin, è possibile accedere al proprio fascicolo previdenziale, controllare l’estratto contributivo e calcolare la pensione.

L’immagine è di Stefano Corso via Compfight

Leave a Comment

{ 1 trackback }

Previous post:

Next post: